'A SIGARETTA


musica Antonio Vian testo Edoardo Schettino – 1951


 
Va' trova qua' vico
mme perdarrá, 'na sera.
Va' trova qua' amico
s' 'a vasarrá, stasera.
Tu vide ch'ha fatto a me
e 'a gente ne ride 'e me.
 
Vai a sapere quale vicolo
mi perderà, una sera.
Vai a sapere quale amico
se la bacerà, stasera.
Guarda cosa mi hai fatto
e la gente ride di me.
 
Core mio nun 'a dammo retta,
nun fa niente che ce ha distrutte,
appicciámmoce 'a sigaretta.
Tutto chello che t'hanno ditto,
tutt' 'o mmale ch'a nuje ce ha fatto,
io mm' 'o scordo si te staje zitto.
 
Cuore mio non diamole retta,
non fa niente se ci ha distrutti,
accendiamoci la sigaretta.
Tutto quello che ha fatto a noi,
tutto il male che ci ha fatto,
io me lo dimentico se stai zitto.
 
'Na sigaretta,
tutt' 'e penziere po' fá cagná,
'na malafreva po' fá passá.
 
Una sigaretta,
tutti i pensieri può far cambiare,
un malessere può far passare.
 
Core mio nun 'a dammo retta,
pe 'st'amico giá 'o cunto è fatto,
tutt' 'ammore ch'isso s'aspetta
dura quanto po' durá 'na sigaretta!
 
Cuore mio non diamole retta,
per questo amico il calcolo è fatto,
tutto l'amore che lui si aspetta
dura quanto può durare una sigaretta!
 
'N'ammore sincero perdette pe 'st'ammore.
Guaglione comm'ero,
lle dette tutt' 'o core.
Chiagneva pe mm'attaccá.
Mo, invece, cu 'n'ato sta.
 
Un amore sincero ho perso per questo amore.
Ragazzo com'ero,
le ho dato tutto il cuore.
Piangeva per attaccarmi.
Ora invece, sta con un altro.
 
Core mio, nun 'a dammo retta,
……………………………………………
 
Cuore mio non diamole retta,
……………………………………………
 
Va' trova qua' vico.
Va' trova qua' sera.
Vai a sapere quale vicolo.
Vai a sapere quale amico.

La canzone fu interpretata per la prima da Alberto Amato alla Festa di Piedigrotta del 1951. Da ricordare anche le versioni di Antonio Basurto e Franco Ricci.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2021 © Napoligrafia