SEDICESIMI (r)

Hamsik illude, ma il Napoli esce

Per gli azzurri anche due pali, ma Lavezzi sbaglia troppo

europa league
gio 24/02/11

VILLAREAL

NAPOLI

stadio Madrigal
35000 spettatori
villareal napoli  
arbitro Cakir 7
guardalinee Duran – Ongun
Gocek e Simsek
quarto uomo Abay

2

1

 
     
gol 42′pt Nilmar gol 18′pt Hamsik  
gol 46′pt Rossi ammonizione Yebda  
ammonizione Musacchio ammonizione Ruiz  
ammonizione Cazorla ammonizione Campagnaro  
ammonizione Capdevilla ammonizione Hamsik  
ammonizione Nilmar  

VILLAREAL (4-4-2): Diego Lopez, Mario, Gonzalo, Musacchio, Capdevila, Cazorla (33′st Català), Borja Valerio, Bruno, Cani (35′st Gullon), Nilmar, Rossi (44′st Ruben).
Panchina: Juan Carlos, Cicinho, Kiko, Wakaso. Allenatore: Garrido
NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis, Campagnaro, Cribari (37′st Mascara), Ruiz, Zuniga, Gargano, Yebda (19′st Pazienza), Dossena, Sosa (8′st Cavani), Hamsik, Lavezzi.
Panchina: Iezzo, Santacroce, Cannavaro, Maggio. Allenatore: Mazzarri.


Finisce in Spagna l’avventura del Napoli in Europa. Tanti rimpianti, tanta sfortuna e, soprattutto, errori offensivi che, non commessi, avrebbero sicuramente regalato la qualificazione agli azzurri.
Partenopei che si presentano allo stadio Madrigal con una formazione un po’ rimaneggiata in vista della sfida di lunedì contro il Milan: esordio di Ruiz che con Cribari e Campagnaro vanno a completare la linea di difesa, a centrocampo, invece, Zuniga e Yebda sostituiscono Maggio e Pazienza, mentre in attacco, Hamsik e Sosa supportano Lavezzi, con Cavani che si accomoda inizialmente in panchina.
Inizialmente le due squadre si studiano, ma è il Napoli che sembra avere più potenzialità per essere pericoloso, con Hamsik molto mobile. E infatti, al 17′ i partenopei passano in vantaggio. Sugli sviluppi di un corner guadagnato da Zuniga, Lavezzi crossa in area dove Hamsik sfugge al controllo di tutta la difesa spagnola e di testa, in tuffo, spinge il pallone in rete. Il campione slovacco corre ad esultare sotto gli spalti che ospitano i tifosi napoletani, ma lo stadio non regge il loro entusiasmo e una balaustra crolla. Per fortuna la distanza dal campo è minima e nessuno si fa male gravemente.
Il Villareal non si scompone e reagisce subito con un tiro di Capdevilla che termina di poco fuori, ma è ancora il Napoli a rendersi pericoloso. Al 28′ contropiede di Lavezzi che, a tu per tu con il portiere Diego Lopez, calcia sul corpo dell’estremo difensore spagnolo. Al 31′ è Yebda a mettere i brividi agli iberici con un tiro da fuori area non trattenuto dal portiere che, poi, è costretto a mettere in calcio d’angolo per anticipare l’accorrente Lavezzi. Il Napoli sembra avere in mano la partita, ma sul finire del primo tempo, alcune distrazioni compromettono tutto: prima un errore di Zuniga e poi uno di Gargano consentono a Rossi e Nilmar di essere pericolosi, ma al 43′ il Villareal passa. Boja Valero serve Nilmar che taglia in area, la difesa è fuori posizione e Hamsik è costretto ad inseguire il brasiliano che, da posizione leggermente defilata, batte De Sanctis con un preciso diagonale. Il pareggio va comunque bene al Napoli, ma all’ultimo dei due minuti di recupero, Yebda perde palla a centrocampo e innesca il contropiede spagnolo, finalizzato da Giuseppe Rossi, il cui tiro viene deviato nella propria porta da Zuniga.
Al rientro in campo non ci sono cambi, ma già all’8′ entra Cavani al posto di Sosa. Gli effetti della sostituzione si vedono subito con il duo Cavani-Lavezzi che si intende alla perfezione creando non pochi grattacapi alla difesa avversaria. Al 21′, l’attaccante uruguaiano, ben servito da Lavezzi lascia partire un potente diagonale che si va a stampare sul palo. Quattro minuti dopo, il Napoli si ripete e, questa volta, il tiro di Cavani è deviato in angolo da Diego Lopez. Al 31′ è Lavezzi a colpire il palo, questa volta direttamente da calcio d’angolo, ma la porta spagnola sembra ormai stregata e il Napoli non riesce più a creare occasioni pericolose. Finisce quindi l’avventura del Napoli in coppa che, oltre agli errori di questa partita, paga anche quelli dell’andata dove un gol andava sicuramente segnato. Ora rimane solo il campionato, ma la strada è molto complicata.
 
DE SANCTIS 6
CAMPAGNARO 6.5
CRIBARI 6 (37′st Mascara sv)
RUIZ 6.5
ZUNIGA 5.5
YEBDA 5.5 (19′st Pazienza 5.5)
GARGANO 6
DOSSENA 6
SOSA 5.5 (8′st Cavani 7)
HAMSIK 7.5
LAVEZZI 4.5
MAZZARRI 5.5

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2021 © Napoligrafia