ZI' GENNARO ROCK 'N ROLL


musicaMario De Angelis testoT. De Turrema1 data1957


 
Zi' Gennaro quanno pigliava
'e dinare d' 'a penzione,
cammenava alla perfezione,
sparagnava pe ll'astipà.
 
Zio Gennaro quando prendeva
i soldi della pensione,
camminava alla perfezione,
risparmiava per conservarla.
 
Ma sentette 'nu rock 'n roll
e da tanno 'stu vicchiarello
va currenno p' 'e ssale 'e ballo,
tene 'a freva pe ghì a ballà.
 
Ma sentì un rock 'n roll
e da allora questo vecchietto
va correndo per le sale da ballo,
ha la smania di andare a ballare.
 
Appena 'e ccoppie ballano, nun c'è che ffà.
'O vire ca se fricceca, se move già,
'e ggamme nun resistono, frenà nun po'
p'abballà 'nu rock 'n roll.
P' 'a sala 'o vide 'e correre a cca e a lla
e vo' 'a cchiù bella femmena p' 'a jì a 'nvità.
Si cchiù sfrenata è 'a musica, sfrenà se vo'
p'abballà 'nu rock 'n roll.
E cchiù allero sta Zi' Gennaro,
cu 'na bionda abballa tutt' 'a sera,
p' 'o fermà nun ce stà niente 'a fà,
sulo 'e lluce d' 'a sala hann' 'a stutà.
Ma 'e fforze po lle mancano, s'ha dd'assettà
e ce vo ll'automobile p'accumpagnà.
Ma pure dint'â machina scurdà nun po'
'stu mutivo 'e rock 'n roll.
E perciò è chiammato mo
Zi' Gennaro rock 'n roll.
 
Appena le coppie ballano, non c'è niente da fare.
Lo vedi ca sussulta, si muove già,
le gambe non resistono, frenare non può
per ballare un rock 'n roll.
Per la sala lo vedi correre di qua e di là
e vuole la donna più bella da invitare.
Se più più sfrenata è la musica, sfrenare si vuole
per ballare un rock 'n roll.
E più allegro sta Zio Gennaro,
con una bionda balla tutta la sera,
per fermarlo non c'è niente da fare,
solamente le luci della sala devono spegnere.
Ma le forze poi gli mancano, di deve sedere
e ci vuole l'automobile per acommpagnarlo.
Ma anche in macchina dimenticare non può
questo motivo rock 'n roll.
E perciò è chiamato ora
Zio Gennaro rock 'n roll.
 
Quanno è 'a sera nun trova pace,
cantà 'o sentono sottovoce
'o mutivo ca cchiù lle piace,
'o mutivo d' 'o rock 'n roll.
 
Quando è sera non trova pace,
cantare lo sentono sottovoce
il motivo che più gli piace,
il motivo del rock 'n roll.
 
Se profuma, penz'â cravatta
ca sta bbona 'ncopp'ô vestito.
Tene ll'anne, ma si 'o vedite
'nu guaglione me pare mo.
 
Si profuma, pensa alla cravatta
che sta bene sul vestito,
Ha i suoi anni, ma se lo vedete
un ragazzo mi sembra adesso.
 
Appena 'e ccoppie ballano, nun c'è che ffà.
……………………………………
Appena le coppie ballano, non c'è niente da fare.
……………………………………

Tra le interpretazioni di questo brano, ricordiamo quelle di Gloria Christian, Nicla Di Bruna, Pina Lamara, Maria Paris e Claudio Villa.
1 Pseudonimo di Ettore De Mura.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

2003-2021 © Napoligrafia